La vita da un oblò

Le onde si infrangono sul vetro ma non bagnano gli occhi che le osservano dall'interno.
Quegli occhi, bagnati, lo erano di già, ma non di acqua salata, piuttosto di quelle lacrime che le emozioni di quella giornata avevano fortemente provocato.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *